muffin after eight
Dolci,  Ricette

17 marzo – Festa di San Patrizio

Saint Patrick’s Day

Giorni difficili, in cui forse si ha poca voglia di festeggiare. In realtà è un modo per tenersi attivi, rinvigorire l’umore e passare il tempo in compagnia!

Oggi si festeggia San Patrizio, patrono dell’Irlanda! Di origini scozzesi, venne rapito da giovane e portato in Irlanda. Qui ebbe modo di imparare la lingua e le tradizioni celtiche, ma presto si avvicinò al cristianesimo. La sua conoscenza delle tradizioni irlandesi fu il suo punto di forza: iniziò a predicare il cristianesimo lungo tutta l’isola in gaelico, aiutandosi con l’unione di elementi cristiani e celtici, aiutando i bisognosi e costruendo abbazie e monasteri. In questo modo Patrizio sviluppò il cristianesimo celtico, praticato tuttora in quelle zone.

Attorno alla figura di San Patrizio sono nate diverse leggende: tra serpenti cacciati dall’Irlanda per sempre, il pozzo del purgatorio e l’insolita fioritura invernale del biancospino, si potrebbero riempire pagine!

Una curiosità: pare che utilizzò il trifoglio (emblema nazionale) per spiegare la trinità alla popolazione.

Il santo è molto amato dalla popolazione irlandese, tanto da festeggiarlo in grande stile ogni anno il 17 marzo. La festa, negli ultimi anni, si è espansa enormemente, tanto da essere celebrata praticamente ovunque. Qui sembra quasi più una scusa per bere litri di birra e danzare come matti, ma gozzovigliare diverte un po’ tutti!

Dal punto di vista culinario, le ricette tipiche per festeggiare al meglio sono tante: il roast dinner è un piatto composto da carne e verdure bollite, accompagnato dal soda bread; poi troviamo il crisp sandwich, il colcannon (sformato di patate e verza) ed infine torta di mele o torta alla Guinness. Tra le bevande troviamo fiumi di birra, in particolare la famosa Guinness, ma anche il sidro. Il verde è il colore dominante della giornata!

 

Il mio dolce per festeggiare

Avrei voluto proporvi la mia versione di vegan Guinness cake ma, non avendo la birra attualmente in casa, la posterò più avanti. Vi parlo quindi di facili muffin after eight, per dare quel tocco di verde, tipico di questa giornata!

 

Muffin after eight

Gli ingredienti e il procedimento sono praticamente identici a quelli del cupcake postato il mese scorso, vedi, con in aggiunta un po’ di sciroppo alla menta e (per i più coraggiosi!) anche vodka alla menta, per un gusto intenso ed un colore top!

Ingredienti:

  • 300 gr farina
  • 100 gr fecola di patate
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • 150 gr zucchero di canna
  • 1 pizzico di sale fino
  • 140 ml olio di semi
  • 200 ml latte vegetale
  • sciroppo alla menta
  • vodka alla menta (facoltativo)
  • colorante alimentare verde (facoltativo, io non l’ho usato)

Per la copertura:

  • cioccolato in blocco
  • qualche goccio di latte vegetale e acqua calda
muffin pronti per essere infornati
muffin pronti per essere infornati

Procedimento:

Riscaldare il forno a 180 °C

Unire gli ingredienti secchi poi, a parte, quelli liquidi. Mescolare tutti gli ingredienti assieme e porzionare l’impasto nei pirottini.

Infornare a 180°C per 20 minuti circa.

Nel frattempo preparare la glassa:

sciogliere a bagnomaria il cioccolato in blocchi, aggiungendo subito anche latte e acqua, per rendere il cioccolato più fluido e meno pesante.

Quando i muffin si saranno raffreddati, intingerli nel cioccolato fuso, per creare la copertura!

muffin after eight
muffin after eight

Buon appetito e buona festa!

 

Fonte informazioni: wikipedia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.