Raviole alla bolognese
Dolci,  Ricette

Mardi gras!

Oggi è martedì grasso, l’ultimo giorno di carnevale. Per tradizione, conclude la serie di giornate dedicate ai festeggiamenti e a ripulire il frigo mangiando le cose più buone, prima della Quaresima!

Le tradizioni culinarie legate al carnevale, in Italia, sono diverse, ma principalmente riguardano i dolci: ogni regione propone la sua versione di cenci, frappe, sfrappole che dir si voglia, ma la regola numero uno è… FRITTO A VOLONTÀ!

Nel resto del mondo non sono da meno: tra pancake e bomboloni farciti si danno da fare tutti, con la sola differenza del giorno dedicato (il lunedì).

Tra giovedì grasso (la scorsa settimana) e oggi, ho collaudato qualche ricetta storica, in versione vegan. Così storiche che si erano perse nel mio vecchio ricettario, un quaderno ad anelli dove appunto ancora le ricette a mano (eresia!)!

 

Ecco quindi qualche esempio:

 

Castagnole

Palline di impasto fritte aromatizzate all’arancia

Castagnole e frittelle di mela
Castagnole e frittelle di mela

Ingredienti:

  • 150 gr di farina
  • 30 gr di zucchero di canna
  • 25 olio di semi
  • qualche cucchiaio di yogurt di soia al naturale
  • 1/2 bustina di lievito per dolci
  • 1 cucchiaio di rum
  • scorza grattugiata di mezza arancia
  • zucchero a velo

Procedimento:

Amalgamare prima gli ingredienti secchi, poi aggiungere quelli liquidi. Impastare fino a formare una palla liscia e lasciar riposare almeno mezz’ora.

Riprendere l’impasto e formare delle palline che andranno subito fritte. Una volta raffreddate spolverare con zucchero a velo.

 

Frittelle di mela

Fette di mela in pastella, aromatizzate alla cannella

Ingredienti:

  • 100 ml acqua fredda
  • 100 ml di birra fredda
  • 200 gr farina
  • cannella a piacere
  • mele

Procedimento:

Preparare prima la pastella: mescolare energicamente la farina con birra e acqua con una frusta, in modo da evitare i grumi. Se vogliamo un tocco particolare possiamo aggiungere ora la cannella alla pastella.

Sbucciare le mele e togliere il torsolo, poi immergerle brevemente nella pastella e friggere immediatamente. Sono pronte quando raggiungono un bel colore dorato!

Questa pastella è molto versatile: omettendo la cannella, si adatta benissimo a fritture salate, come ad esempio le verdure (con la pastella avanzata ho fritto anche un broccolo e delle carote!).

 

Palline al rum e cioccolato

Palline fatte di cacao, biscotti sbriciolati aromatizzate al rum, decorate con momperiglia, bavette al cioccolato e cocco

Palline rum e cioccolato
Palline rum e cioccolato

Ingredienti:

  • 85 gr biscotti secchi
  • 50 gr cacao amaro
  • 80 gr zucchero di canna
  • 50 ml olio di semi
  • un pizzico di sale
  • un goccio di rum
  • latte vegetale q. b. per amalgamare il tutto

Procedimento:

Frullare i biscotti, poi trasferirli in una terrina dove aggiungeremo tutti gli altri ingredienti. Mescoliamo fino ad ottenere un panetto consistente. Formare a mano le palline della dimensione preferita, poi rotolarle nella decorazione scelta (cocco, cacao in polvere, momperiglia, codette al cioccolato, ecc.).

Questa preparazione non necessita di cottura. Far rassodare le palline almeno un paio d’ore in frigorifero.

 

Raviole bolognesi

Raviole alla mostarda bolognese, una composta di vari frutti, non esageratamente dolce. Io le ho provate anche con crema di nocciole, cotte al forno

Raviole alla bolognese
Raviole alla bolognese

Ingredienti:

  • 300 gr farina
  • 80 gr zucchero di canna
  • un pizzico di sale
  • olio di semi e latte di soia q. b. per far amalgamare tutto

Procedimento:

Unire zucchero e farina. Aggiungere poi l’olio e il latte quanto serve per ottenere un panetto compatto.

Far riposare in frigorifero per almeno mezz’ora.

Stendere l’impasto, tagliare le raviole con un coppapasta o un bicchiere e farcirle a piacere. Quelle classiche prevedono la mostarda o la composta “sapore”. Chiudere bene i bordi, aiutandoci con i rebbi di una forchetta.

Infornare a 180 °C per circa 20 minuti.

Una volta raffreddate si possono immergere nell’alchermes e ricoprire di zucchero, oppure spolverare semplicemente con zucchero a velo.

Buoni dolci!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.