cime di rapa
Salati,  Verdure di stagione

La verdura della settimana: le cime di rapa

Le cime di rapa sono un ortaggio tipicamente coltivato nel Sud Italia, in particolar modo in Puglia.

Da non confondere con rape, broccoli o i friarielli (parenti vicini!), delle cime di rapa si mangia tutto: foglie ed infiorescenze (prima che spuntino i fiori gialli, mi raccomando!).

Sono un ortaggio che si può trovare facilmente dall’autunno all’inizio della primavera, regalandoci un apporto adeguato di sali minerali e vitamine per l’inverno.

Dal tipico sapore amarognolo, le cime di rapa hanno un bassissimo valore calorico, inoltre contengono un’elevata quantità di calcio e fosforo, oltre a ferro, vitamina A e C e polifenoli.

Essendo per metà pugliese, conosco questa verdura fin da bambina, quando si preparavano le famose orecchiette alle cime di rapa! Mi incantavo ad osservare le mie zie che producevano a man bassa orecchiette fatte a mano, con quella tipica forma a conchetta creata con l’aiuto di un coltello…

 

Come si cucinano

Le cime di rapa si associano per antonomasia alle orecchiette, ma non è la loro unica virtù: si possono creare ottimi contorni, possono essere un valido condimento per la pizza o per delle tartine, si possono creare zuppe e minestroni, e così via!

Oggi propongo due opzioni semplicissime da replicare! Le cime di rapa si cuociono molto velocemente, perciò sono un ottimo alleato in cucina!

 

Orecchiette alle cime di rapa

Purtroppo non ho mai imparato a creare le orecchiette a mano, da piccola mi limitavo ad osservare la lavorazione, ma so che devo rimediare! Nel frattempo utilizzo orecchiette fresche: non amo utilizzare quelle secche, sono decisamente meno saporite e senza fascino.

Non me ne vogliano i puristi di questo tipico piatto: questo è come lo ricordo preparato in famiglia.

 

Ingredienti:

  • orecchiette fresche
  • due mazzetti di cime di rapa
  • uno spicchio d’aglio
  • peperoncino
  • olio e sale

 

Procedimento:

Separare le cimette dalle foglie, poi pulirle bene sotto acqua corrente per eliminare ogni traccia di terra. Per questo piatto utilizzeremo solo le foglie più piccole e interne, le foglie esterne e grandi possiamo conservarle per altre preparazioni.

Data la velocità di cottura delle cime, possiamo permetterci di cuocerle quasi assieme alla pasta. Mettere a bollire abbondante acqua in una pentola. Appena raggiunto il bollore, immergere le cimette e le foglie nell’acqua, e cuocerle per cinque minuti circa.

Aggiungere ora le orecchiette: le cime di rapa si finiranno di cuocere nel tempo di cottura della pasta. Salare.

Scoliamo tutto poi, nella pentola, mettere a rosolare l’aglio e il peperoncino in olio. Aggiungere ora la pasta e far amalgamare bene i sapori.

Servire subito con un filo d’olio.

* Consiglio dell’hobbit: le cime di rapa si possono anche cuocere a parte e unirle alle orecchiette solo alla fine, però trovo che cuocendole assieme alla pasta si mescolino meglio i sapori. A voi la scelta!

orecchiette alle cime di rapa
orecchiette alle cime di rapa

 

Tartine alle cime di rapa

Per queste tartine possiamo sfruttare le foglie esterne scartate per la preparazione delle orecchiette: in questo modo utilizziamo tutta la pianta senza sprechi!

 

Ingredienti per 4 tartine:

  • foglie di cime di rapa (ciò che si ricava da due mazzetti circa)
  • 2 fette grandi di pane pugliese o toscano
  • un paio di cucchiai di formaggio spalmabile vegano
  • sale, pepe, peperoncino

 

Procedimento:

Laviamo bene le foglie delle cime di rapa poi facciamole bollire in un pentolino per una decina di minuti.

Scoliamo. In una padella, facciamo scaldare un filo d’olio con il peperoncino. Saltiamo ora le foglie nella padella, aggiustando di sale e pepe, poi togliamo dal fuoco.

cime di rapa saltate
cime di rapa saltate

Ora abbrustoliamo il pane nel tostapane o in forno, in modo che risulti ben dorato ma non troppo croccante. Tagliamo le fette a metà per ottenere quindi quattro spicchi.

Spalmiamo il formaggio vegano su ogni fetta poi disponiamo le cime di rapa al centro di ogni fetta di pane.

Ed ecco il nostro antipasto pronto per essere gustato, assolutamente cruelty free!

tartine alle cime di rapa
tartine alle cime di rapa

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.